Facebook Pixel
Destinazioni Tour Offerte Servizi
Lista nozze News Chi siamo Contatti
Australian Travel: chiudi menu Home Destinazioni Tour Offerte Servizi Lista nozze News Chi siamo Contatti
Area Utente Cataloghi
13 May 2019
Australia
Il mistero dell'uomo di Marree

Questo è l’uomo di Marree, un geoglifo scoperto nel 1998 nell’Australia Meridionale. La figura misura 4,2 km in altezza, con un perimetro di 15-28 km. Si tratta del più grande geoglifo conosciuto al mondo, e si stima che ci siano volute dalle 4 alle 8 settimane per crearlo. Le sue origini rimangono misteriose…
Non è opera di alieni provenienti da altri mondi, infatti secondo il responsabile della polizia locale, il solco scavato nella sabbia è probabilmente stato effettuato con trattori trainanti, aratri o camion. Il mistero si infittisce ogni giorno di più, nonostante le pochissime tracce intorno alla figura, l'accuratezza del disegno fa pensare che sia opera di professionisti. E' probabile che sia stata realizzata lavorando al computer, sovrapponendo la figura dell’uomo aborigeno alla mappatura del terreno e usando per tracciare il disegno un dispositivo Gps palmare. Un'apparecchiatura molto usata in zone desertiche o sulle navi. Inoltre la polizia locale ha supposto che per scavare il solco del perimetro gli autori devono esserci passati almeno 14 volte essendo largo 30 metri in modo da renderlo visibile dagli aeroplani. Ma come è possibile che in un paesino di così pochi abitanti qualcuno sia stato capace di realizzare tutto ciò senza che nessuno se ne accorgesse? Possiamo supporre che l'intera comunità abbia avuto l'ingegno di risollevare la sua povera economia con una "grande" trovata? Di fatto gli abitanti di Marree non sanno dare una spiegazione a questa realizzazione ma sono tutti molto soddisfatti. La zona infatti si sta riempiendo di turisti, sarà solo una casualità?

Fonte: la Repubblica.it