Facebook Pixel
Destinazioni Tour Offerte Servizi
Lista nozze News Chi siamo Contatti
Australian Travel: chiudi menu Home Destinazioni Tour Offerte Servizi Lista nozze News Chi siamo Contatti
Area Utente Cataloghi
04 Jul 2019
Australia
Australia: scoperti fossili di una nuova specie di dinosauro nell’opale

In Australia a 700 chilometri circa da Sydney, sono stati scoperti dei fossili appartenenti ad una nuova specie di dinosauro erbivoro, oltre centinaia sono le ossa rinvenute.
La specie è un dinosauro simile ad un iguanodonte, che visse circa cento milioni di anni fa, in quella che in passato era una pianura alluvionale, un luogo umido e ricco di vegetazione, un habitat ideale per un esemplare erbivoro.
Il fossile è stato scoperto da Bob Foster, un minatore, nel 1986, gli scienziati dell’Australian Museum di Sydney ed i riservisti dell’esercito lo hanno aiutato a portare alla luce il reperto, considerando che le ossa erano incastonate in veri e propri blocchi di roccia. Il tutto è stato poi affidato alla collezione del museo, ma nessuno per anni ha analizzato il materiale in modo approfondito. Il minatore così ha deciso di riprendersi i suoi fossili, donarli ad un museo del posto, l’Australian Opal Centre e farli studiare.
Essendo i fossili sistemati in modo straordinario, gli scienziati hanno deciso di lasciare molte delle ossa inglobate nell’opale e di utilizzare un sistema computerizzato per estrarle digitalmente ai fini della ricerca.
"Inizialmente pensavamo si trattasse di uno scheletro, ma una volta che abbiamo iniziato a studiare le singole ossa ci siamo resi conto che c'erano parti di quattro scapole di dimensioni differenti", spiega Phil Bell, paleontologo a capo della ricerca.
Circa 60 delle ossa provengono probabilmente da un adulto di quasi 5 metri di lunghezza, mentre gli altri appartengono a esemplari più giovani di differenti dimensioni. Questa combinazione ha indotto Bell ad ipotizzare che si trattasse dei resti di esemplari di uno stesso nucleo familiare oppure di un piccolo branco.
"Abbiamo rinvenuto ossa riconducibili a tutte le parti del corpo, ma non uno scheletro completo", fra queste, frammenti di ossa provenienti dalle costole, le zampe anteriori, il cranio, la schiena, la coda, le anche e le zampe posteriori”. Con il ritrovamento del 15-20% delle parti dello scheletro di questa specie, è possibile affermare che si tratta di uno dei dinosauri più completi scoperti in Australia.
Questi ritrovamenti permettono agli studiosi di comprendere gli ecosistemi in cui vivevano i dinosauri, milioni di anni fa, e di scoprirne i loro comportamenti, ma quello che è stato ritrovato fino ad ora non è che una piccola parte di quello che potrebbe ancora essere nascosto negli angoli più remoti del nostro continente.