RISERVE ISOLA DEL NORD

Home > PACIFICO E NUOVA ZELANDA > NUOVA ZELANDA > RISERVE ISOLA DEL NORD

L'Isola del Nord è una delle due isole principali che costituiscono la Nuova Zelanda, insieme all'Isola del Sud. Presenta una superficie di 113.729 chilometri quadrati il che la rende la quattordicesima isola più grande del mondo. In questo luogo sono state costruite molte città importanti tra cui Auckland (la più grande della nazione) e Wellington (la capitale della Nuova Zelanda), situata nella sua estremità meridionale, l'Isola del Nord ospita circa il 76% della popolazione neozelandese. Un luogo caratterizzato da paesaggi marini e litorali mozzafiato, una terra distante e remota considerata “la culla della nazione". Parchi Nazionali selvaggi e rigogliosi, città portuali, dune di sabbia dorata, coste incontaminate, minuscole isolette rocciose, spiagge battute da frangenti, siti per le immersioni, il Northland è questo e molto altro. Potrete sperimentare ogni giorno attività avventurose e sport acquatici, inoltre in questi luoghi c’è un legame molto stretto nei confronti della storia maori e pakeha che arricchirà ulteriormente il vostro viaggio.

Coromandel Peninsula

Rinomata per la sua bellezza naturale, questa penisola possiede le coste più pittoresche della Nuova Zelanda. Thames e Cromandel Town sono storiche cittadine situate sulla costa occidentale, le spiagge più belle si trovano sulla costa orientale dove sorgono anche i principali resort. Molto affascinante è Hahei una località  perfetta per gli amanti delle immersioni, i suoi fondali caratterizzati da una fauna sottomarina tutta da scoprire sono protetti, quindi vige il divieto di pesca ma numerose sono le attività alternative da praticare. Se i 400 chilometri di coste sono il paradiso per gli appassionati di kayak e delle immersioni l’interno della penisola è perfetto per il trekking, le foreste sono attraversate da percorsi attrezzati che spesso sbucano davanti a vecchie miniere d’oro (alcune visitabili). Un luogo tutto da scoprire che presenta una varietà di paesaggio veramente spettacolare grazie alla quale si riescono ad accontentare le diverse esigenze dei visitatori.

 

Parco Nazionale Tongariro:

Il quarto Parco più antico del mondo inserito nei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO grazie al suo valore culturale e naturalistico, si estende su una superficie poco inferiore agli 800 chilometri quadrati, tra le città di Auckland e Wellington. Al suo interno troviamo numerosi vulcani tra cui Ruapehu, Ngauruhoe e Tongariro (da cui deriva il nome del Parco), diventato famoso per aver “interpretato” il Monte Fato della Terra di Mordor nel Signore degli anelli. La flora è molto varia qui possiamo trovare numerosissime specie, delle quali molte endemiche che vanno dalle foreste pluviali ai licheni, la fauna è caratterizzata da 56 specie di uccelli in particolare i kiwi ed i falchi della Nuova Zelanda. In estate offre ai suoi ospiti avventurosi percorsi per passeggiate ed escursioni, conosciuti sono il Tongariro Northen Circuit ed il Tongariro Crossing, d’inverno invece è una popolare area sciistica.

 

Rotorua:

Il distretto di Rotorua è situato tra i confini delle regioni di Waikato e Bay of Plenty nell'Isola del Nord. La città di Rotorua è la maggiore del distretto con 53.000 abitanti dei quali oltre il 30% di etnia Maori, molto conosciuta  per le attività legate alla geotermia grazie alla presenza di geyser che zampillano dal suolo, sorgenti calde gorgoglianti e pozze di fango in continua ebollizione. Questo luogo molto suggestivo era venerato dai Maori che gli diedero il nome di “acque sacre”, nei pressi della città troviamo un intero villaggio (Te Wairoa) sepolto da una grande eruzione vulcanica del passato. Questa località propone diverse attività, il suo lago offre inoltre la possibilità di effettuare gite in barca,  voli con idrovolante o in elicottero sino al vulcano attivo di White Island a pochi chilometri di distanza dalla costa. Molto affascinante è la cultura locale che è diventata un’attrattiva turistica altrettanto importante quanto lo stesso paesaggio.

 

Bay of Island:

Celebre per il suo stupefacente paesaggio costiero la Bay of Island è una delle maggiori attrattive del paese, caratterizzata da calette e bagnata da acque cristalline, i cui colori vanno dal turchese al blu intenso. Dal punto di vista storico ha un’enorme importanza perché fu sede del primo insediamento inglese permanente, considerata quindi la culla della colonizzazione europea. Tra le località principali troviamo Pahia che pur essendo una piccola cittadina è dotata di tutte le caratteristiche di un centro turistico fiorente, vicino la Waitangi National Reserve, Kerikeri è molto meno turistica ma non per questo priva di attrattive.

 

 

Lake Taupo:

Un luogo famoso per le attività adrenaliniche come paracadutismo, bungee jumping e jet boat, ideale per gli appassionati di esperienze da brivido. Situato sulla punta nord orientale dell’omonimo lago, regala ai suoi visitatori spettacolari viste panoramiche, nelle vicinanze troviamo luoghi suggestivi come il mondo perduto di Orakei Korakei e le Huka Falls. Qui nasce inoltre il fiume Waikato il più lungo della Nuova Zelanda, che sfocia poco più a sud di Auckland. Tra le attività più classiche invece si possono svolgere numerosi sport acquatici, escursioni sia a piedi che in bicicletta, golf e trekking, una località che offre veramente molte attrattive.

 

Waitomo:

Un territorio cosparso di numerose cavità che si trasformano in corsi d’acqua sotterranei e grotte, 300 sono le caverne che costituiscono una delle attrazioni principali insieme alle formazioni calcaree. Tra le escursioni troviamo quelle alla Glowworm Cave e la Aranui Cave, tantissime sono le attività adrenaliniche proposte tra le quali calarsi con una corda, percorrere le grotte in gommone, fare rafting, pilotare una jet boat, non mancano le attività classiche come una piacevole passeggiata a cavallo o in mountain bike. Un luogo da vivere a pieno che regalerà ai suoi visitatori numerose avventure da poter raccontare al ritorno.

 

 

Matamata:

Resa famosa dalla trilogia cinematografica del Signore degli anelli, girata parzialmente in una fattoria vicina, migliaia di cultori del film hanno compiuto una visita in questo luogo per vedere il villaggio degli hobbit. Numerose sono le guide che spiegano tutte le fasi delle realizzazione del film, tra le altre attrattive troviamo la Firth Tower una torre di cemento ricca di cimeli Maori e le Wairere Falls con un salto di oltre 50 metri. Le Opal Hot Spring sono una vera e propria Spa all’aperto con acqua calda, ed infine numerose sono le attività adrenaliniche che si possono effettuare come il paracadutismo acrobatico.