ISOLE DELLA SOCIETA'

MOOREA
BORA BORA
RAIATEA E TAHAA
HUAHINE E THE BRANDO

“Alture verdeggianti si tuffano a picco sulle coste sabbiose e dai colori più variegati: dal bianco al rosa, dal malva al nero”
 

Nel suo quinto viaggio in Polinesia il capitano James Cook scoprì vicino a Tahiti altre isole, che proprio per la loro prossimità vennero chiamate “Isole della Società”. L’arcipelago è composto da otto isole di origine vulcanica e da cinque atolli, denominati Sopravento e Sottovento. Il gruppo delle Sopravento comprende Tahiti, l’isola più grande e famosa della Polinesia Francese, Moorea affascinante e selvaggia con i suoi picchi vulcanici, e le piccole isole di Maiao e Mehetia. Le Sottovento sono isole montuose molto diverse tra loro e caratterizzate dalla presenza di scoscesi picchi vulcanici ricoperti da una rigogliosa vegetazione, quest’ultima regala un paesaggio ricco di sfumature di verde, il tutto attorniato da spiagge e lagune di incomparabile bellezza. Andando verso ovest troviamo Huahine chiamata anche “Giardino dell’Eden”, è la più atipica tra le Isole della Società, divisa in due, la leggenda narra che fu il Dio Hiro con la sua piroga a spaccarla, creando così Huahine Nui e Huahine Iti. Proseguendo verso occidente emerge dalle acque la “Perla del Pacifico”, Bora Bora un’ isola vulcanica circondata da una catena di isolotti, incastonata come una pietra preziosa tra le mille sfumature dell’oceano. Tra le altre isole troviamo Raiatea, cuore culturale e religioso dell’arcipelago delle Società e Tahaa, caratterizzata da un profilo montuoso ed una costa frastagliata, conosciuta come l’isola della vaniglia per le numerose piantagioni di cui è costellata. Amate ed esaltate dai viaggiatori di tutti i tempi, queste magiche isole sono riuscite a mantenere intatto il loro mito, uniche nella loro spettacolare bellezza, ricche di colori e profumi e tutte da scoprire.